DIRE LUCE

Le parole e le cose che illuminano la scena

Dire Luce esprime sin dalla sua formulazione la sfida alla quale sono chiamate le parole di fronte al manifestarsi della luce; la stessa suggestiva definizione mette a segno l’urgenza, e insieme l’arresto, di fronte al nominare e definire le “cose” che la riguardano; si tratta di una questione a nostro avviso cruciale nell’approccio, tanto storico-critico che estetico, alle riflessioni, ricerche, pratiche sulla luce. Essa si connota da un lato per fluidità e inafferrabilità; dall’altro per la sua materialità: entro questi due poli si situano le molteplici riflessioni contemporanee sul fenomeno luminoso; materiale e immateriale, visibile e invisibile, presenza e assenza.

Crediamo che questa liquida ambiguità si rifletta nella fluidità del linguaggio chiamato a darne conto. Ma in concreto, è possibile fare di tale indecidibilità un oggetto di studio cercando di “fare chiaro” nell’intrigo della terminologia impiegata in ambito artistico, e con particolare attenzione alle arti performative?

Siamo convinti che da un lavoro di analisi, contestualizzazione, comparazione delle definizioni di dispositivi, tecniche ed “effetti”, delle figure professionali, delle dinamiche progettuali, si possa giungere ad “illuminare” nodi essenziali delle poetiche e delle concezioni artistiche e drammaturgiche della luce, nel fertile dialogo tra differenti linguaggi artistici. Obiettivo del progetto DIRE LUCE è dunque un cantiere di lavoro volto alla redazione di un vocabolario della luce e delle sue pratiche in ambito spettacolare. Tale finalità si è tradotta praticamente nella costruzione di un database concepito per ospitare un “lessico della luce” che consenta ricerca e comparazione di vocaboli ed espressioni legate a questo universo.

Prossimo appuntamento

L'Union des Créateur-rice Lumière e l’ENSATT (École nationale supérieure des arts et techniques du théâtre), in collaborazione con il programma di ricerca "Lumière de Spectacle” del CEAC dell’Università di Lille, il Laboratorio "Passage XX-XXI" dell'Università di Lione 2 e l'UDS / Union des Scénographes, organizzano una giornata di studio dedicata alle relazionii tra scenografia e illuminazione di scena, venerdì 24 giugno presso l'Ensatt (Lione). L'appuntamento riunirà professionisti dell'illuminazione e della scenografia, ricercatori, docenti e studenti provenienti da vari settori delle arti e delle tecniche dello spettacolo.
LINK ISCRIZIONE

Locandina incontro L'éclairage scénique en question(s)#2, 24 giungo 2022.

Un progetto promosso e sostenuto da

Logo UniPadova 800 anni
Logo Dipartimento Beni Culturali Università Padova
Logo Dipartimento Studi Linguistici e Letterari Università di Padova
Logo TESAF

Logo Università di Lille
Université de Lille - Centre d'Étude des Arts Contemporains
Logo Lumierè de spectacle

Media partners e sponsor

Logo Luce
Logo Tola Rasa

Gruppo di ricerca
Cristina Grazioli
Responsabile Scientifico
LInk UniPDCurriculum
Dalila D'Amico
Ricercatore
CurriculumLinkedin page
Francesco Di Marco
Ricercatore
CurriculumLinkedin page
Guido Bartorelli
Ricercatore
CurriculumLink UniPadovaAcademia page
Farah Polato
Ricercatore
CurriculumAccademia pageResearchgate page
Véronique Perruchon
Ricercatore
Curriculum
Joslin McKinney
Ricercatore
Curriculum
Cosimo Chiarelli
Ricercatore
CurriculumAcademia page
Eduardo Tudella
Ricercatore
CurriculumAcademia page
Lisa Turato
Stage
Mariagiovanna De Demo
Stage
Pasquale Mari
Disegnatore Luci e Direttore della Fotografia
Curriculumwebsite
Antonio Palermo
ricercatore
Curriculum
Partecipa al database

Dire Luce. Le parole e le cose che illuminano la scena Cantiere multilingue sulle parole che definiscono concezioni, strumenti e pratiche delle luce in scena Se vuoi saperne di più vai sulla pagina del progetto Dire Luce. Le segnalazioni raccolte...Read More